Zeuner S.p.A. - Ultime Notizie

Nicolina ci donò una delle primissime testimonianze proprio all’inizio di questa lunga fase di lockdown (Grazie!).
La sua foto fu stampata a piena pagina sui giornali locali e non, proprio il 26 febbraio a supporto di un articolo zu Zeuner e sulle sue persone. E oggi?

Sono passati tre mesi di solo smart working! Finalmente si inizia ad uscire di casa, vedere i congiunti, gli amici ma finalmente si rientra in ufficio.

Il 3 giugno potrò riprendere parzialmente l’attività lavorativa in azienda, certo non potremo subito essere come prima,

Anche Romina condivide con noi le sensazioni di questi giorni vicini al ritorno in sede:

Lavoro in Zeuner da quasi 3 anni, un'azienda dal clima accogliente che mi ha fatto sentire subito a mio agio.
Azienda attenta anche alla salute dei propri dipendenti e per questo ci ha dato prontamente la possibilità di lavorare da casa organizzando lo smart-working in tempi velocissimi.

Ci ha garantito, in questo modo, retribuzioni che altre aziende purtroppo non hanno potuto fare e ci ha permesso di poter accudire i bambini e la famiglia senza doverli esporre al pericolo di contagio.

Dalla Zstoria di Chiara dello scorso 18 marzo, molto tempo è passato.
Come ci si sente, ora che siamo così vicini a tornare in sede?

Finalmente si torna quasi alla normalità, dopo 3 mesi di smart working! L'idea di rientrare in Zeuner con le dovute precauzioni previste dalla legge attuale, mi fa ben sperare.

Sono molto felice di poter rivedere tutta la nostra famiglia lavorativa. Torneremo mantenendo attivo lo smart working, faremo un paio di giorni a settimana in ufficio.

Indica l’agenzia di stampa AGI: Dall’inizio del 2020 a oggi sono 2 milioni i nuovi consumatori online in Italia, di cui 1,3 milioni sono arrivati alle piattaforme di acquisto digitale proprio durante l’emergenza sanitaria del Covid-19.
"È proprio il commercio sul web, secondo il consorzio Netcomm, il settore che crescerà di più nell’economia mondiale, nonostante l’impatto del Covid-19: l’aumento è calcolato fino al +55%.” 

Con la quarantena molte aziende hanno dato una spinta al proprio e-commerce o addirittura per la prima volta ci si sono dedicate. C’è anche un nuovo target di acquirenti digiuni di digitale che stanno provando questa strada proiettandosi con maggiore forza verso il futuro.

Ferruccio è membro attivissimo del consiglio di amministrazione di Zeuner, nonché socio e partner insostituibile per i nostri temi organizzativi e sulla sicurezza.

Unisco volentieri la mia voce a quella del team Zeuner.

Queste sono settimane molto intense dal punto di vista lavorativo. Zeuner come le altre realtà in cui sono coinvolto si è trovata improvvisamente a dover gestire situazioni complesse e nuove, che hanno comportato la rapida digitalizzazione dei servizi garantendone la continuità, la qualità e le performance.

Alberto è Presidente del Collegio Sindacale di Zeuner, nonché premiato scrittore e grande viaggiatore: queste settimane di smartworking e di quarantena, non potendo partire verso le sue mete preferite, sono certo state irreali ed infinite.

Zeuner è una società che ho visto nascere, faccio infatti parte dell’organo di sorveglianza, il Collegio Sindacale, fin dalla sua fondazione oltre dieci anni fa. Era la prima volta che entravo nella realtà dei Call-center ed ero curioso di scoprirne le peculiarità.

Da profano ho ascoltato, osservato e imparato cose a me sconosciute e ho potuto apprezzare l’altissimo grado di professionalità riscontrato a tutti i livelli.

Karim è l’anima di Zeuner: si occupa di tutti gli aspetti organizzativi della sede aziendale, di tutti i servizi, e fa in modo che tutto funzioni; è sempre presente e insostituibile, sempre positivo. Sarà lui a preparare i locali per quando torneremo, ci attenderà col suo sorriso di sempre.

Ci sono stati tanti pensieri in queste settimane.

Sabrina è operatrice outbound Farmaceutico ed Editoria:

Cosa mi ha trasmesso fino ad oggi questa esperienza di lavoro in #smartworking ? Al principio -...forse un po' come tutti...- pensavo fosse un po' esagerato e anche un po' prematuro il pensare di far lavorare tutti da casa.

Sono invece oggi orgogliosa e fiera di constatare che, ancora una volta, l'azienda per cui lavoro ha dimostrato di saper mettere al sicuro, al momento giusto, i propri dipendenti, riuscendo a impostare l'attività lavorativa da casa in brevissimo tempo.

Sottocategorie

Cerca

-->