Zeuner S.p.A. - Ultime Notizie

Ecco Laura, collaboratore outbound specialista del settore Farmaceutico:

«E’ passato ormai un mese da quando abbiamo iniziato questa nuova esperienza e possiamo proprio dire che siamo stati tra i pionieri del “totally” smart working!

Nessuno avrebbe immaginato che saremmo arrivati a questa surreale e complicata situazione e noi dobbiamo ringraziare chi è stato lungimirante ad attivare rapidamente quanto necessario per essere operativi da casa come in ufficio.

Barbara, dipendente, operatrice inbound multiskill/outbound,

Da giorni questa è la mia scrivania, questa situazione di difficoltà non mi ha fermata, cerco di dare il meglio, essere presente e non mollare !!

Sono giorni anomali, la nostra quotidianità non esiste più, in compenso ho il calore dei miei figli e la vicinanza dei colleghi.

Massimiliano, responsabile reportistiche

E’ la mia prima esperienza di #smartworking: la vita privata, il benessere vitale, l’organizzazione e lo stress lavorativo sono decisamente migliorati.

Non dover prendere mezzi pubblici o l’automobile per recarmi in azienda significa riduzione di stress e risparmio di denaro e di tempo -visto anche il ritardo dei mezzi e nel traffico. E’ statisticamente comprovato!

La voce potente di Aldo, responsabile regia inbound, risuona come se fosse qui:

Certo ad inizio anno non avrei mai potuto immaginare una situazione che dalla realtà sconfina in una delle migliori trame di un film catastrofico. Barricati in casa. Lavorare da casa. Paradossale.

Sveglia rimandata, doccia, caffè doppio e subito in postazione Smart Working, vicino alla finestra dove la luce del sole irradia il mio pc, pronto per una nuova giornata lavorativa “da casa”.

Colei che coordina e incoraggia tutto il team è Enza, responsabile personale e produzione:

Grazie, Zeuner per la decisione tempestiva e un enorme grazie a tutto lo staff e operatori per essersi adattati in maniera positiva e professionale al cambiamento.
In poche ore, abbiamo portato tutto nelle nostre case, in una nuova realtà, che grande conquista !!!!

Io che sono abituata a parlare tutto il giorno!!: colloquiare con operatori, staff, clienti, reclutamento risorse

Ecco Alessandra, collaboratore outbound specialista del settore Farmaceutico:

"Quanto sta accadendo può solo darci la forza di non perdere la speranza, #andratuttobene! Sono comunque felice di poter continuare a lavorare in smart working: grazie all'azienda che si e' preoccupata della nostra salute.

Proseguo il mio lavoro con soddisfazione: in questo periodo di emergenza mi relaziono con i Dottori delle farmacie,

Il nostro fantastico IT, Luca, ci segue passo passo e ci risolve in tempo reale tutti i problemi, è bravissimo.

All’ inizio non credevo fosse possibile far lavorare più di 80 operatori da casa ma poi, con l’impegno e l’aiuto dei miei colleghi, siamo riusciti ad organizzare un ottimo #smartworking.

Le difficoltà non mancano, anzi; le condizioni lavorative spesso risultano difficoltose, per il nostro reparto, l’assistenza remota è una mansione molto impegnativa;

Mara è collaboratrice del settore outbound, specializzata in campo Farmaceutico ed Editoria. Ci racconta:

Stiamo vivendo io e i miei ragazzi questa situazione in maniera molto costruttiva e serena.

Io grazie all' azienda posso lavorare da casa "working in progress" e quindi posso stare vicino ai ragazzi in questo momento di grande confusione e ansia, la mia presenza li fa stare più sereni.

Ecco Luca, dipendente, operatore inbound multiskill / outbound:

Inizialmente ero un po’ scettico: abituato alla quotidianità, circondato dai colleghi, sempre tutti pronti ad aiutarci tra di noi, questo isolamento mi spaventava. Ma ad oggi, dopo tre settimane in Smart working, posso dire con certezza che siamo un grande gruppo e che stiamo continuando!!!!!

Luciana, dipendente, responsabile Editoria inbound/outbound / backoffice: leggendo, ti si immagina come se tu fossi proprio qui

TUTTI A CASA! Da anni sognavo di poter lavorare da casa. Comoda alla mia scrivania, con la mia tazza di caffè e un po’ di musica jazz come sottofondo.

I primi giorni sono stati infatti un sogno. Mi alzavo alle 7.30, mi vestivo e andavo a prendere un caffè al bar.

Sottocategorie

Cerca

-->