Zeuner S.p.A. - Ultime Notizie

Storie SMART che ricorderemo, perché siamo ZMART | Luca

Questa è la zstoria di Luca, operatore inbound multiskill. E’ ancora PIU’ ZSMART e ancora più vera:

Ho l'onore e la fortuna di lavorare in Zeuner ormai da 9 anni. Ecco la mia personale esperienza in questo difficile momento storico.

La storia che vi racconterò è diversa rispetto a quella dei miei colleghi, ai quali mando un grande abbraccio e ai quali faccio i miei complimenti per la professionalità e l'impegno con cui stanno svolgendo il loro lavoro.

Purtroppo, mi sono visto costretto ad assentarmi dal lavoro per motivi familiari. In particolare, Cinzia, la mia compagna, che fa' l'infermiera, è stata assegnata ad un reparto Covid ed essendo i miei suoceri soggetti a rischio, per preesistenti problemi di salute, sono rimasto l'unico a poter accudire i nostri meravigliosi cuccioli: Sara di 2 anni e Mattia di 5. Questa grave emergenza ha messo in difficoltà noi adulti, condizionando in maniera pesante la nostra vita. Immaginate due bimbi di questa età rinchiusi in casa e che necessitano di continui stimoli e di tanto affetto. Soprattutto di quello materno, che in questo momento è venuto pesantemente meno per il lavoro che la loro mamma sta svolgendo con dedizione e coraggio. Così da qualche settimana le mie giornate trascorrono con i miei bimbi cercando di dare loro tutte le attenzioni e le cure che la loro tenera età richiede, per fare risplendere qualche sorriso e scacciare i tristi pensieri. Così, eccomi pronto a cambiare pannolini, cantare ninna nanne, raccontare favole, cucinare succulente pietanze, disegnare e fare lavoretti, tirar su fantastiche costruzioni con i lego. Ma non solo. Perchè arriva sempre, durante la giornata, il momento della noia o della tristezza, in cui il pensiero di queste piccole meraviglie vola fuori dalle quattro mura domestiche e va' ai nonni, agli amichetti, all'asilo, al parchetto, alla gita promessa per il compleanno. Ma soprattutto alla loro mamma, all'inquietudine che possa succedergli qualcosa a lavoro e al fatto che non li può coccolare come faceva qualche settimana prima. Per cui in questi momenti difficili cerco di fargli capire, soprattutto a Mattia, che è più grande e ha maggiore consapevolezza, che dobbiamo essere forti, avere pazienza e non mollare. Che la loro mamma è una supereroina che combatte un nemico cattivo e invisibile per salvare tante persone e che un giorno, non lontano, riparleremo di tutto questo e ci accorgeremo di quanto siamo stati forti e di come tutto questo ci ha uniti ancora di più. Per quanto riguarda me personalmente, come per tutti, il desiderio più grande è che questo incubo, questa situazione surreale, finisca quanto prima per tornare alla routine, alla normalità, al lavoro anche se sono consapevole del fatto, che fintanto quest'emergenza toccherà, sia pur indirettamente, la mia famiglia, ciò sarà difficile. Abbiamo, però, il dovere di crederci e di fare tutto il possibile per tornare a vivere. Ringraziando Zeuner e i suoi Dirigenti che hanno voluto darmi la possibilità di condividere questi miei giorni, dimostrando ancora una volta l'importanza della persona all'interno del progetto aziendale.

Grazie, Luca, non vediamo l’ora di incontrarci di nuovo!

Cerca

-->